NebrodiCheSpettacolo

Visite: 161

Nella suggestiva location della Villa Piccolo di Capo d’Orlando, sede della omonima Fondazione in occasione dell’evento “Nebrodi…..che spettacolo!”, abbiamo incontrato Antonio Presti, mecenate, ideatore della Fiumara d’Arte e proprietario dell’Albergo “Atelier sul mare” di Castel di Tusa.


Ci trovavamo nella suggestiva cornice della Villa Piccolo per partecipare ad un press-tour organizzato dal GAL Nebrodi Plus, una due giorni molto intensa dedicata alla riscoperta del giacimento culturale dei Nebrodi, che ha coinvolto i preminenti protagonisti della vita culturale e dell’imprenditoria turistica ed enogastronomica del territorio nebroideo.


L’occasione è stata propizia per un’intervista nella quale ci ha consegnato le sue riflessioni su questo delicato e particolare momento storico che sta attraversando la Sicilia. Spunti, considerazioni, analisi e approfondimenti che fanno trasparire l’immagine dell‘uomo di cultura dotato della capacità di guardare oltre l’apparenza degli eventi, delineando una visione strategica e una prospettiva di azione che può e deve costituire una base programmatica sulla quale edificare, su basi solide, il futuro prossimo della nostra Sicilia.


Antonio Presti ad oggi è uno dei pochi autorevoli personaggi del mondo dell’imprenditoria culturale e turistica, non solamente di ambito regionale, in grado di orientare scelte e tracciare linee di tendenza. Parla la sua storia esemplare, la sua esperienza in grado di cambiare le sorti di destinazione turistica-culturale di un intero comprensorio, la Valle dell’Haelesa che riunisce i Comuni di Tusa, Pettineo, Castel di Lucio, Reitano, Santo Stefano di Camastra e Mistretta.


E’ notorio che la realizzazione del visionario progetto della Fiumara d’Arte , il più importante parco di sculture d’arte contemporanea d’Europa, frutto della sua creatività e intuizione, si è rivelato un compiuto e riuscito tentativo d’integrare natura, ambiente, cultura e promozione turistica del territorio. Successivamente, ha acquistato un vecchio albergo, da lì nascerà “Atelier sul Mare”, un luogo meraviglioso ed immerso nell’arte, 20 camere dell’albergo, affidate alla creatività di artisti internazionali, che le hanno trasformate in capolavori unici.


Con queste credenziali Antonio Presti ci consegna nella video-intervista la sua testimonianza e un messaggio di speranza che coinvolge e vede protagonisti i giovani, il sistema formativo e le prospettive di rinascita della nostra cara Sicilia, all’insegna della bellezza, della legalità e della creatività; temi sempre cari al maestro Presti.

Pubblicato da allfoodsicily.it

Link all'articolo: https://www.allfoodsicily.it/il-messaggio-di-rinascita-di-antonio-presti-protagonista-del-riscatto-del-territorio-nebroideo/

Torna su